10 apr 2007

THE FUTURE IN THE PAST!


Sette ore di macchina alle spalle. Una notte insonne particolarmente movimentata. Un week end di Pasqua -l'ennesimo - trascorso con la famiglia nella casa dei miei nonni . Il nonno non c'è più ormai da 4 anni ma a quanto pare ,aprendo l'armadio in camera da letto ,è ancora presente il suo odore. Mia nonna, da quando lui non c'è ,sembra non voler altro che raggiungerlo in paradiso. Io intanto sono qui, con i piedi piantati sulla terra e la testa invece sulle nuvole. Mi guardo indietro. I giardini dove giocavo ormai sono vuoti e spogli, non ci sono più risate dei bambini. Niente più giochi con la terra e le piante, quando dal fango nasceva una torta e tra conigli e galline riempivamo i nostri pomeriggi primaverili. La scala era il nostro anfiteatro, il sottoscala la nostra piccola casetta.


Dove è finita la gioia di stare tutti insieme .....sembra che qualcosa sia fermo. Ho nostalgia di quello che ero , sopratutto di quello che pensavo di poter diventare. Una bimba di sei anni con il futuro negli occhi, un' infinita variante di possibilità. Oggi mi sento annientata....strade ormai lasciate alle spalle delineano percorsi che mai più potrò riprendere. E poi mi piacciono i vicoli ciechi ,forse. Complicarmi la vita è il mio Must. Nel futuro che vedevo nel passato, con gli occhi dei mie sei anni, il presente di oggi, mi vedeva beh..perfetta..felice...raggiante! Quando smettiamo di crederlo? Quando succede che smettiamo di illuderci..? Quando capiamo che è tutto un bluff? Non mi sono accorta del passaggio...mi sento ancora quella bambina...ho solo una confusione in testa su quello che verrà e una visione nitida e nostalgica del mio "future in the past"

22 gocce di rugiada per Pideye:

Faith ha detto...

Secondo me in fondo non hai ancora smesso di essere quella bambina sognatrice.
Forse hai preso un pò di botte dalla realtà...ma alla fine sei tu quella bambina.
E se non sei perfetta...pazienza!
Io penso che tu vada benissimo anche così, "imperfetta"!

Bacioni

Faith

Paolo ha detto...

finchè ti senti ancora bambina goditi tutto quello che fai... Il peggio arriva dopo!

mat ha detto...

in alcune di quelle frasi che hai scritto mi ci ritrovo perfettamente...a partire dal ricordo dei miei nonni. ormai da diversi anni sono rimasto senza..ho pochi ricordi di loro, perchè troppo piccolo rispetto al resto della famiglia...
famiglie numerose quelle dei miei genitori...tanti fratelli, tante sorelle..i miei ricordi legati ai parenti si riferiscono tutti a parecchi tempo fa...quando ancora bambino trascorrevo le domenciche pomeriggio prima a casa dei nonni paterni, poi d quelli materni...e cosi facevano i miei numerosi cugini...ogni domenica pomeriggio...una ventina di picciotti che scorrazzavano x i giardini..
bei tempi...nessun pensiero, nessuno stress (altro che bambini di oggi)....solo divertimento e spensieratezza.
e mi ci ritrovo anche nella descrizione del periodo attuale...confusione, indecisioni, dubbi...incertezza...è vero che forse ho qualche punto fermo in più rispetto a te...ma la mia vita da una settimana è stata sconvolta da una persona che è entrata nella mia vita e mi ha promesso che nn ne uscirà più...tutto dannatamente troppo bello per nn aver paura di qualche delusione...ma la mia fiducia è tanta...verso qst persona, verso il nostro rapporto,,,e perchè no anche nei miei confronti ho la massima fiducia...
notavo anche un'altra cosa....escluse le 7 ore di viaggio...anche io ho trascorso una notte incredibile, sconvolgente, terminata all'alba come la storia ideale, quella da film, finisce. già...mi sembra di vivere un film, ma la sceneggiatura è ancora tutta da scrivere. stiamo alla finestra...ma con trasporto...

Anonimo ha detto...

hola!!!bellissimo blog.....anche io mi ci ritrovo in toto.non ho più i nonni,nonna imma se ne andata 3 anni orsono e con la sua scomparsa sembra essersene andata quell'ultima parte d'infanzia......troppi ricordi....da quando mia madre mi lasciava da lei x andare al lavoro ed io rimanevo con lei x studiare(seeeeeeeeeeeeeeeee.......)....macchè!!!!!!scendevo giù a giocare a ''pallone'' con gli altri bambini oppure andavo al campo per seguire gli allenamenti di mio zio che all'epoca giocava a calcio nella squadra del paese(ma per me era scirea.....).fino alle passeggiate con lei per il paese ed ogni pretesto era buono x farmi comprare gelati e affini(ih!ih!ih!).poi mi preparava gli gnocchi(buoni!),mi teneva in braccio dicendomi che ero il suo principino(beh.....)e ricordo anche altre cose...dai pomeriggi da lei nei giorni di festa con gli altri cugini...e tantissime cose che...beh mi fermo qua!già mi sta venendo il magone.........comunque viva peter pan!!!!!FABIO aka YODA...

Fra ha detto...

Capisco cosa intendi, quelle sono anche mie riflessioni. Sono riflessioni che puoi condividere con chiunque, in realtà, perchè tutti crescono.
L'importante è trovare uno spunto di positività anche in questo tipo di storie.

giovanni ha detto...

A volte penso che da bambino ti viene in qualche modo inculcata l'idea che crescendo potrai fare un mucchio di cose, però a mano a mano che cresci ti ritrovi a dover ridurre il numero di cose che puoi fare...
E' un conto che non mi è mai tornato.
Quando avrò il risultato te lo farò sapere!
Nel frattempo godiamoci gli sprazzi di follia, perché finora solo quelli fanno crescere.
Un abbraccione sovellina!
Gio :)

PIDEYE ha detto...

@@faith@@ si sicuramente lo sono ancora ..sono una bambina ancora..l'imperfezione sta nel fatto di constatare che non sono come sognavo di essere. e forse non lo sarò mai.
Grazie cmq per il sostegno

@@paolo@@ non so cosa sia peggio se crescere o rimanere ancorati sempre ai ricordi .

@@ mat@@ mi hai scritto un poema e mi hai aggiornato sulle tue ultime settimane. Ma sempre a te capitano cose così belle...vorrei lasciarmi anche io sconvolgere da qualcosa che non sia la mia completa incapacità ad adattarmi alle dinamiche odierne. Ti invidio...persona fortunata che sei;)

PIDEYE ha detto...

@@ fabio@@ al solito il tuo contributo sui miei post e' delizioso..però cazzo..quanto ti facevi viziare eh..COCCO DI NONNA!


@@FRA@@ LA POSITIVITà E LA POESIA CI SONO SEMPRE anche e soprattutto in cose così...ma non si vived i poesia o vita da raccontare...


@@GIO@@ fratellone mio e se prendessimo un contabile? eh? ;)

Anonimo ha detto...

Ciao Annuccia, ho solo due minuti!!! :(

Ho 32 anni e, credimi, non ho mai conosciuto una persona che fosse soddisfatta di se stessa!

Che avesse ragione Al Pacino nel film di cui hai parlato!? :P

Ah, quel Dio, che gran burlone! :D

Alla fine vige sempre la regola che chi si accontenta gode e che forse non bisognerebbe essere troppo autocritici.

Cerchiamo la serenità, solo quella.
L' ambizione potrà dare qualche soddisfazione, ma a quale prezzo!?

...siamo di passaggio, come nuvole nell' aria ... ecc. ecc.

... dipende, da che dipende!' ... na na na na na ...

ciao bella :D

kisses,

lu leccese :P

PIDEYE ha detto...

@@ LU LECCESE @@ che gioia rileggerti!E qaunti sei cambiato..eh gia;)

Anonimo ha detto...

Si scrive future, gnurant!!
A mio avviso queste sono le solite e anche un po' banali (su internet ci sono migliaia di blog con tematiche pressoché simili) riflessioni di una ragazza borghese ricca, che ha tutto e che ancora non sa cosa sia il mondo del lavoro. Forse anche il lavoro la spaventa, perché sa che quando lavorerà avrà meno tempo da dedicare ai suoi crucci mentali.

PIDEYE ha detto...

@@ anonimo @@ Premettendo il fatto che gradirei ti firmassi, mi piacerebbe leggere il tuo blog per imparare da te come scrivere un post meno banale e scontato... Anche grazie ai provocatori anonimi come te si accendono conversazioni interessanti. Grazie di essere passato.Torna a leggere le mie banalità quando vuoi.
La borghesuccia tutta crucci e vizi

PS: ti ringrazio per la correzione.Su quella hai ragione.

Anonimo ha detto...

Non ho ragione solo sulla correzione.
Il tuo inglese è da lettrice distratta di pubblicazioni editoriali a puntate: "future" è indefinito e quando fa da soggetto non vuole l'articolo the.
P.S. la mia firma è anonimo: anche questo è un nick, forse il più discreto o modesto, a seconda dei punti di vista

mat ha detto...

secondo me anonimo...più che un nick è un aggettivo che ti identifica alla perfezione...

scusa la banalità, ma mi è venuto in mente questo commento, cosi ho deciso di dedicartelo...

Anonimo ha detto...

Infatti mat, se avessi letto meglio quello che ho scritto avresti fatto attenzione all'aggettivo modesto, che sta ad indicare l'accezione aggettivata in negativo che può avere il termine. In altre parole anche banale, come lo è, riconosciuto, il tuo commento

Anonimo ha detto...

Caro anonimo, perchè non sfoghi le tue frustrazioni con la masturbazione!?

Sarebbe più piacevole per te e meno fastidioso per noi.

A MANO A MANO, con la pratica, riusciresti anche a fare a meno di venire a romprele le ...

Saluti,

lu leccese :P

mat ha detto...

lu leccese.....

avvallo e quoto quanto hai scritto.
ma credo che il signor anonimo sia già da un po di tempo a questa parte...cieco e con le mani callose

Anonimo ha detto...

Mat e Lu Leccese: solo gli ignoranti rispondono in modo vergognosamente lubrico alle provocazioni.
E poi mi spiegate perché dovrei per forza essere un uomo e non una donna?
Cmq questo sarà il mio ultimo commento: per puro caso mi sono imbattuta in questo blog e con assoluto piacere lo abbandono

mat ha detto...

era ora cazzo...
bye bye

Anonimo ha detto...

Beh, la masturbazione non è solo una pratica maschile! :P

Comunque sia sono fiero della mia ignoranza e, tra l'altro, so riconoscerla anche nell' arroganza di chi ostenta quelle quattro cose imparate sui libri (non nella vita vissuta) che fanno "fighi" o nel caso di anonimo (e poi si chiedeva perchè avessimo pensato che fosse maschio!!!) "fighe".

Mi dispiace che sia scappata così ... sentendosi pure offesa (sigh!!) ... ma forse non aveva più nulla da insegnarci!

Mi spiace pure per Anna! Conoscendola, so che non le abbiamo fatto un favore allontanando la tipa!

Sorry :( ... però pensavo fosse più tosta!
I soliti canarini da combattimento! :D

Bye and kisses, kisses, kisses ...

Lu leccese.

Anonimo ha detto...

Lu Leccese, non ostento la mia conoscenza imparata sui libri, parli con una persona che vive ogni giorno tra Francia, Inghilterra e Stati Uniti e che con l'inglese ci vive e lavora. Questi blog in automatico associano l'epiteto "anonimo" a chiunque voglia scrivere le sue masturbazioni o onanismi (per le donne) mentali, da questo punto di vista sono maschilisti, non è una constatazione da femminista, ma un dato di fatto. Vi lascio non perché sono una canarina da combattimento, ma perché preferisco impiegare meglio il mio tempo piuttosto che leggere "le copie di mille riassunti" che qualcuno vorrebbe spacciare per spunti di poesia.
Adieu

Anonimo ha detto...

Puah, odio 'ste risposte didascaliche!!!

Anonimo(a) sento che puoi fare di più :)

Lu leccese.