21 mar 2007

L'AMORE NON E' UN ANTIDOTO..E' UN ANTIDOLORIFICO...attenzione all'assefuazione!



Ho tratto dei passi dal libro che sto leggendo e che molti di voi snobberanno.
il libro in questione è "UN POSTO NEL MONDO" E' un libro semplice e scorrevole ma dentro c'è anche molto che mi riguarda e che mi fa riflettere.

"La verità è che non avete molto da darvi se non le vostre reciproche insoddisfazioni. In questo periodo della vostra vita,a questa età, siete semplicemente i figli delle vostre sconfitte, delle vostre paure.
Finite col condividere le vostre infelicità. Siete infelici insieme , e questo vi fa sentire meno soli e meno spaventati [...] Ti danni a voler dare a lei la felicità che non sai dare a te stesso. Oppure speri che lei possa renderti felice , la carichi di questa responsabilità e lei finirà col deluderti. Sentirai di aver perso tempo [...] Non sono daccordo quando la coppia diventa un modo per fuggire dalla propria vita o dalle responsabilità verso se stessi."


"L'amore non deve essere un ANTIDOLORIFICO , perchè tanto non guarisce la ferita, le anestetizza per un pò così non ci pensi e nel frattempo stai meglio. Solo che dopo non fa più effetto e allora ti innamori di un'altra e lei di un altro. Cambi antidolorifico , oppure molti aumentano le dosi e si sposano o fanno un figlio."

"La storia della mezza mela di Platone? La nostra metà non è un'altra persona...l'altra metà da trovare sei sempre tu! L'altra metà di te , la parte sconosciuta alla quale devi dar vita, per poterti finalmente incontrare. Per sempre.Questa è la vera unione in grado di liberarci da quel sentimento di solitudine che avvertiamo anche quando siamo con qualcuno"



Nono so voi ma per me ....non fa na piega;)

12 gocce di rugiada per Pideye:

Giovanni ha detto...

Non fa una piega, come quando su un altro libro ho letto di quando un "Sei eccezionale" imprudente possa "ingabbiare" una persona nelle nostre aspettative, con tanto di conseguenze non simpatiche...
Condivido, e aggiungo che solo quando ci saremo "ricomposti" avremo davvero, eventualmente, da donare noi stessi a qualucun altro in modo da creare una nuova vita.
Un abbraccio!
Gio

Anonimo ha detto...

a'sto giro scatta la standing ovation......FABIO aka ZIZOU.

Paolo ha detto...

non è che quelle pillole dell'amore sono blu?!!!

Faith ha detto...

E' l'ultimo libro che ho letto!
E anche a me è piaciuto molto...come hai detto tu la storia è semplice e scorrevole. Ma ci sono molte cose che anch'io ho sentito veramente mie. E pensare che non sei il solo a farti porti certi problemi ti fa sentire di sicuro meglio.
Questo libro mi ha dato una grande mano.

Bacioni

Faith

Alberto ha detto...

Fabio Volo lo conobbi casualmente su una panchina del parco Sempione, circa 17 anni fa.
Non era ancora famoso, anzi: aiutava ancora nella panetteria di famiglia e stava calcando i primi passi grazie a Claudio Cecchetto...

Io non sapevo assolutamente chi fosse, ma non era un problema perché io leggevo un giornale sulla panchina e lui buttava giù disegni (scarabocchi - ndr) su una specie di agenda.

A un certo punto mi fa: "Posso chiederti una cosa?
E io: "Certo!"
FV: "Secondo te è più allegro il giallo o il verde?"
Io (sorridendo): "Scusa?"
FV: "Non importa, mi hai già risposto... Volevo vedere se questo tipo di domanda, fatta all'improvviso, faceva sorridere la gente o la faceva incazzare! Grazie."

Mi sembrò un matto; simpatico, ma matto.
Due mesi dopo vidi una "candid camera" nostrana, trasmessa da Gerry Scotti in "Smile", in cui un paio di ragazze andavano per strada a fare questo genere di domande...
Era nato un fenomeno e io ancora non lo sapevo.

Un abbraccio amarcord :-)

P.S. L'amore però non è un antidolorifico, anzi... :-/

Guja ha detto...

gli lascio il tuo indirizzo del blog così gli sbatto in faccia le tue meravigliose grandiose rime, hai fatto bene a pubblicare questo post!! non fa una piega veramente!! ti adoro!! tvb e ci sentiamo nei prossimi giorni bacio!! lo leggerò volentieri questo libro!! ciao tata

PIDEYE ha detto...

@gio noi muratori di noi stessi;)

@fabio e standing ovation sia

@paolo eheh servono anche quelle .mi hai fatto morire dal ridere

@faith sono contenta che sia piaciuto anche a te...poi ci scambiamo qualche consiglio letterario

@alberto si credo che Fabio Volo sia un pò matto. ma a me piace la follia. Cmq l'amore e'la cosa più bella che possa capitare...quello che volevo sottolineare con questo post era la difficoltà di potersi dare a qualcuno davvero se prima non si sta bene con se stessi.

Un abbraccio puntualizzatore;)

@guja Chissà forse servirà. Un bacio e a presto. :*

Faith ha detto...

Magari!!
Mi fa sempre piacere parlare di libri!! :)

Davide ha detto...

Volo è proprio grande!

Viola ha detto...

FABIO VOLO.LO ADORO.LO ADORO.
Eiiiii Pideyeee ti lascio la mia email per chiacchierare di teatro e non solo....
viola.tm@gmail.com

PIDEYE ha detto...

@davide si diciamo pure che o lo si odia o lo sia ama...non ho mai sentito giudizi a metà..

@Viola Io sono una di quelle che FV lo ama .Ti scriverò presto. Un bacio.

PIDEYE ha detto...

@faith allora scambiamoci consigli...ti dico subito che ho trovato molto bello "la donna abitata" di Gioconda Belli.Lo conosci?