22 apr 2007

ROMPICAPO LETTERARIO _THE RETURN_ 5 manche


E' passato un pò di tempo da quando ho chiuso la terza manche. La quarta è partita un pò in sordina. Mi do un'altra possibilità. Pubblico qui il racconto che più mi ha colpito e nel contempo metto qui le nuove parole.Invito tutti voi a partecipare. Centodieci parole a disposizione per scrivere un racconto o una poesia originale usando le dieci parole chiave più sotto. Vinca il migliore...e PARTECIPATE!

Ecco il racconto vincitore scritto da THE PANTEL. Non so chi sia, spero venga a commentare. Nell'attesa la parole della quinta manche sono di VIOLA ,che ringrazio per la gentile concessione.

PRIVATO di ogni entusiasmo presente, il mio pensiero osa CORRERE a ritroso , INVIDIOSO dei momenti passati. Il mio ieri ha immobilizzato il mio "voler fare" di oggi.Sono come una STATUA ferma a pensare , seduto in un CINEMA vuoto che non proietta da tempo. Il dolore è come una LAMA che sprofonda nel mio inconscio.Si palesa solo nei sogni. CHISSA' quando ancora lo griderò ,con parole sorde ,sul PC o sulla CARTA ingiallita di un vecchio diario...proprio accanto alla foto di quella nostra ABBRONZATURA.


LE NUOVE PAROLE SONO:

APICE
GOLA
BOATO
ELEMOSINA
CALORE
ABBATTERE
LIMITI
PROCREAZIONE

e siccome sono solo 8 , aggiungo in suo onore anche

VIOLA
BALLO


Aspetto i vostri racconti!!!

22 gocce di rugiada per Pideye:

Davide ha detto...

Salut!Ma come si fa?dove si manda?chi le giudica?

PIDEYE ha detto...

@@DAVIDE@@ La scrivi qui nei commenti a questo post. Poi dopo un po' di tempo..decido quale mi piAce di piu'. le faccio leggere un po' in giro così mi aiutano a giudicare. E' un rompicapo molto poco agonistico..ma mi fa piacere se partecipi;) ciao davide.

Gilbo ha detto...

Ero in pace..,

..all'APICE dello sforzo,
il mio ego raggiungeva vette senza LIMITI,
tali che...,
mentre mi accingevo a quello che molti chiaman... "PROCREAZIONE",
udii un BOATO provenire dal basso!!

Mi strinse un groppo in GOLA,
tanta era la paura,
ma il sollievo fu immenso a veder quella creatura che ELEMOSINA solo un po’ d’amore,
tanto a chiedere di ABBATTERE ogni barriera e donare un solo gesto che infonda CALORE.
E cosi feci...
e mentre scaricavo liberandolo da ogni prigione, mandandolo al mare...
fece un BALLO...
e disegnando cerchi orari scese giù.. a gioire del suo stato.
Ero VIOLA in volto,
ma solo perchè un gran peso mi ero tolto
......................
visto che sono un CESSO
ho anche iniziato io sta volta yuppy
besos

Alberto ha detto...

???????????

Mi spieghi meglio, per favore? 0.0

Un abbraccio curioso :-)

PIDEYE ha detto...

@@ GILBO@@ Perfetto..bello il racconto e 110 parole precise. Un ritorno con tanto di tappeto rosso, Gilbo caro.;)

@@ Alberto @@ allora devi scrivere qui , usando lo spazio dei commenti ai post, una storia o una poesia originale di massimo 110 parole che contenga al suo interno le 10 parole che ho scelto. Puoi usarle come vuoi. Devono esserci tutte e devono essere messe in rilievo. Alla fine ,quando si saranno raccolte diverse storie, deciderò quale debba vincere, e il vincitore avrà il diritto di scegliere le nuove dieci parole della manche successiva. Sono stata più chiara? Spero di si. Se non lo sono stata chiedi pure. Ed intanto ti lascio una abbraccio esortativo;)

MenteMalata ha detto...

Mmm... amica mia mi stuzzichi la fantasia ;)

Vedrò che posso fare ma non ti prometto nulla di eccezionale...

Ti farò sapere presto :D

Baci baci.

Giovanni ha detto...

PROCREAZIONE?Con una parola così riesci ad ABBATTERE anche il più volenteroso dei tuoi ospiti...non conosci proprio LIMITI. :)
Penso ...divento VIOLA e non mi viene un discorso decente...potrei parlare del tango, visto che ti piace tanto questo BALLO... Macché... Non ne so nulla...uff...ci mancava il computer che si blocca per il CALORE della cpu... dico io...possibile si debba fare l'ELEMOSINA per averne uno decente in ufficio???
Scusa sto divagando... mi scoppia la testa... (con il vuoto che c'è dentro sai che BOATO?hihihi...).
Niente: 'sto gioco mi fa GOLA ma non sono capace... ma qualcuno all'APICE delle facoltà intellettive ci riuscirà (al contrario di me!).

Viola ha detto...

E ' emozionante vedere le mie parole usate da tutti così CREATIVAMENTE.
Grazie delle 2 parole in mio onore.
Scrivo la mia "opera letteraria" su un foglio (che a me serve un sacco di tempo...) e la scrivo qua al più presto....
TAnti baciiii mia cara pideye!!!

PIDEYE ha detto...

@@MENTEMALATA@@ attendo il tuo capolavoro

@@ GIOVANNI @@ GRANDIOSA.....eh si...siamo fratelli separati alla nascita

@@ VIOLA @@ sono io che ringrazio te per le parole.Attendo la tua opera.UN BACIO CARA

Viola ha detto...

Allora...ci provo:
Libera,finalmente,da tutte le paure, da tutti i LIMITI. ABBATTERE, dopo tanto tempo le mura che ci separavano.E dopo fatto ciò improvvisare un BALLO sfrenato, anche se abbiamo la GOLA in fiamme, perchè a noi piace ballare sotto al sole per goderne meglio il suo CALORE.Ci sono molti modi di chiedere ELEMOSINA.Il migliore è farlo con una VIOLA in mano da donare a chi sa regalare sorrisi,come simbolo di nascita, di PROCREAZIONE. Poche volte sono giunta all'APICE del piacere ed è stato solo in quei momenti che ho sentito il suono della mia vita:un forte BOATO.

Davide ha detto...

giuro che se trovo da qualche parte un quarto d'ora lo prendo e ci faccio qualcosa di decente

PIDEYE ha detto...

@@ DAVIDE @@ Vediamo se anche con le parole riesci ad esprimerti bene così come con la fotografia.

@@ Viola @@ Mi è piaciuto tantissimo. Evidentemente le sentivi davvero quelle parole.Brava brava brava

PIDEYE ha detto...

E MI CIMENTO ANCHE IO:

" Il CALORE che provo quando BALLO con te non ha LIMITI. Il mio corpo ELEMOSINA le tue attenzioni e i tuoi passi. Sai farmi arrivare all'APICE, ti riesce facile ABBATTERE le mie inibizioni. Lo sai , fai l'indifferente , sembri pensare solo ai passi, ma ti piace. Sul pavimento VIOLA della milonga io, te il tango e il mio "Ti Amo " in GOLA. Tace ma vorrebbe divenire BOATO, PROCREAZIONE dell'ennesimo seguito fuori pista!"

mat ha detto...

pideye...senza parole!

Davide ha detto...

Si però non vale!tu sei di parte

Baol ha detto...

VIOLA si chiese se non fosse il momento di rischiare, di mettersi in BALLO, lei sapeva che il teatro era la sua vita e che per quello avrebbe rischiato; sarebbe andata contro chi cercava di tarparle le ali, di ABBATTERE i suoi sogni dicendole che aveva dei LIMITI, ipotizzandole un futuro di ELEMOSINA. Ma lei sapeva che non era così, il teatro per lei era PROCREAZIONE, quando era sul palco sentiva il cuore in GOLA, l’applauso del pubblico per lei era come un BOATO che le sviluppa CALORE dentro, che la porta all’APICE della gioia, per questo non si sarebbe mai tirata indietro

PIDEYE ha detto...

@@ Davide @@ T ho anche risposto sul tuo blog. Io mi cimento ma chiaramente sono fuori gara

@@ MAT @@ Ti rIngrAzio, coMe sempre , lO sai.

@@ BAOL @@ Benvenuto, onoratissima di leggerti..e poi che bravo ..Viola sarà contentissima di questo tuo tentativo;) Torna a trovarmi però;P

Viola ha detto...

Onorata e dir poco.Mi sono commossa con il rompicapo doi BAol..Grazie BAol.E grazie a te Pideye d'aver usato le mie parole...è stato molto importante ed emozionante per me.
Il tuo rompicapo è bellissimo.

Faith ha detto...

per non farmi influenzare per ora non leggo i racconti degli altri...lo farò quando ci sarà anche il mio!

A prestooo!!!

Faith

mat ha detto...

Per TE

Mi sento un accattone, colui che vive di ELEMOSINA,
colui che elemosina amore, emozioni, lacrime, sentimenti contrastanti alla ricerca di quel CALORE che gli permetta di ABBATTERE i propri LIMITI mentali e materiali,
di vivere la vita sempre all'APICE, sul colmo di un tetto, sulla cima di una montagna innevata;
BALLO spostandomi lungo la pista cambiando ritmo e genere cosi rapidamente da spiazzare anche me stesso, sbatto di quà... sbatto di là seguendo la legge del "moto MATTO", non classificato nè classificabile all'interno dei dogmi della fisica che ci insegnano a scuola, che vogliono imporci.
Fuggo ogni legame, fuggo il concetto del matrimonio, del rapporto "finchè morte non vi separi", fuggo il rapporto il cui fine è la PROCREAZIONE.
Lo senti il BOATO delle mie parole, dei concetti ivi racchiusi, mi conosci più di tutto e più di tutti. Sono un molla, lo sai, è il mio pregio, è il mio difetto. Ti prendo alla GOLA, come un nodo stretto che ti spezza il fiato e ti annebbia la mente.
Forse un giorno troverai qualcuno in grado di spezzare quel sottile filo rosso che ci unisce, che solo noi vediamo, che solo noi possiamo vivere in questo modo.
Ma il segno VIOLA sul tuo collo rimarrà indelebele per sempre, come il morso di un serpente corallo, come il segno del mio passaggio sul tuo guest book.

Anonimo ha detto...

Ecco è arrivata. Come un BOATO che non udirò, ma, semplicemente, chiuderò gli occhi all'APICE di questa vita, quando neanche più un alito di respiro salirà dalla GOLA. Allora, sobbalzando sulla coda del tempo, in un BALLO tra passato e futuro commenterò la PROCREAZIONE per poi arrivare ai LIMITI dell'universo, e tra il rosa e il VIOLA delle galassie sarò ormai troppo lontano per chiedere in ELEMOSINA ancora qualche spicciolo di attimi per sentire sul mio corpo il loro CALORE. Ecco è arrivata per ABBATTERE le mura della mia mente. Entra pure, sei la ben accolta.

phabiodream

Salvofx ha detto...

Scusa Anna, la mia lunga assenza...provo a rigiocare nuovamente insieme a voi!!


Un BOATO,poi tanto CALORE...polvere in GOLA,ed il cielo si colora di VIOLA....
Di lì a poco ELEMOSINA, mendicanti e distruzione in ogni dove....
L'APICE della violenza ha un montepremi più alto adesso.
ABBATTERE i LIMITI dell'incoscienza è cosa fatta, d'altronde c'è in BALLO solo la vita dei tuoi simili.Complimenti a te Uomo, alla PROCREAZIONE di una tale follia!!

HIROSHIMA- 6 Agosto,1945!